Recensioni

Alcune delle recensioni e commenti sparsi dedicati ai miei scritti:

Sleepy Cove

“Avete presente la Strega di Blair? Io la adoro. Allison Wade ci porterà con “Sleepy Cove” in quell’atmosfera da mozzare il fiato, dove gli alberi nascondono storie che nessuno vorrebbe sentir narrare.”
(Recensione di Valeria De Luca)

Cronache di Sangue e Nebbia

“Il romanzo […] si rivela un prezioso e interessante riferimento di leggende e tradizioni popolari esoteriche della nostra cultura (e per nostra, intendo umana, nella mondialità complessiva) che vengono mescolate tra loro rilevando assonanze e differenza, per creare un’ambientazione fortemente gotica e magica, originale nelle scelte e nel modo di proporla al lettore, stimolando il desiderio di approfondirne la conoscenza.”
(Recensione di La Stamberga dei Lettori)

“Una narrazione affascinante e ben calibrata fa da cornice a questa bella storia, che lascia senza fiato il lettore sino alla fine.”
(Recensione di Francesco Mastinu).

High School Survival

“Un ritmo veloce, rapido come un’operazione militare, che immerge il lettore insieme ai protagonisti in un’atmosfera da incubo, in cui convivono incredulità, stupore, paura e istinto di sopravvivenza, […]
Anche il lettore si sente braccato, sotto tiro, senza via d’uscita, vede dappertutto misteriosi uomini in nero che avanzano minacciosi sparando su chiunque senza pietà e apparentemente senza una ragione. ”
(Recensione di Giovanni Capotorto).

“A guardarlo dall’esterno, High School Survival, suggerisce quasi l’idea di un macabro videogame i cui personaggi sono ragazzi in carne e ossa e la posta in gioco è la vita reale.
Il ritmo narrativo è concitato, non ammette pause, fila dritto verso la fine regalandoci una carrellata di azioni intrise di adrenalina e sangue.”
(Recensione alla prima edizione a cura di Il Flauto di Pan).

“[l’autrice] esclude i toni patetici e drammatici; è, invece, fredda e carnale. Ecco che la voce narrante, una terza persona onnisciente, diventa simile a una telecamera. Per quanto possiate gridare, non sarete sentiti. Nessuno può fermare le riprese perché non è un film. Non è un gioco.”
(Recensione alla prima edizione a cura di Italians Do It Better).

“La caratteristica fondante della modalità espositiva, che l’autrice ci ha abituato a pretendere da lei, è il ritmo serrato, che lascia poco spazio a tentennamenti: gli avvenimenti si susseguono in larga scala, secondo tempi scanditi in modo veloce e indelebile.”
(Recensione di Francesco Mastinu).

Capelli di Ferro

“Il libro comincia in modo abbastanza fedele alla fiaba classica per poi prendere una piega originale e curiosa: Rapunzel ha i capelli di ferro. Impossibili da tagliare, ma abbastanza malleabili da poter assumere qualsiasi forma, la ragazza li usa per creare delle vere e proprie sculture […]”
(Recensione di Italians Do It Better).


Trovate l’elenco completo dei miei scritti nella pagina About me.

Annunci